Calcio serie C

Mantova, Piccoli a 360°: "Corrent un predestinato. A gennaio una punta. Playoff? Possiamo ambirci"

Il presidente virgiliano ha parlato a margine della presentazione del progetto "Baby biancorossi". Ad ogni nato nel 2023 verrà donato un body per rinsaldare il legame con la città.
Filippo Piccoli, presidente Mantova 1911

Filippo Piccoli a 360 gradi. Il presidente del Mantova ha trattato tutti i temi caldi del momento a margine della conferenza di presentazione del progetto “Baby biancorossi” in collaborazione con Asst. A partire dalla posizione del tecnico Nicola Corrent, che il numero uno di viale Te considera “un predestinato” e che a suo dire non è mai stato in discussione, nemmeno dopo i risultati negativi di inizio stagione.

Mercato: a gennaio una punta. Addio anticipato a Rodriguez?

Altro argomento di stretta attualità quello legato al mercato. L’infortunio di  Monachello, le oggettive difficoltà in zona gol e la scommessa Rodriguez fin qui persa, aprono inevitabilmente scenari nel mercato di gennaio. Sia in entrata che in uscita.

Playoff? Possiamo ambirci

Piccoli ha poi parlato di obiettivi. Se da un lato la salvezza è l’obiettivo che concretamente va raggiunto. Dall’altro, secondo il presidente virgiliano, se la squadra continua a giocare come nelle ultime settimane sognare i playoff non è utopia.

“Baby biancorossi”, un body per ogni nato nel 2023

Primi anni di vita, già a tinte biancorosse: allo scopo di stimolare la passione verso la squadra locale, il Mantova 1911 rivolge con la collaborazione dell’ASST di Mantova uno sguardo alle famiglie e alle generazioni future.

‘Baby biancorossi’ è l’iniziativa ideata dal club di Viale Te che prevede la consegna di un piccolo omaggio, un body personalizzato coi colori della formazione virgiliana, a ogni bimbo nato a Mantova nel 2023, a partire dal primo gennaio. Un augurio per l’anno a venire.

Ad aprire la conferenza stampa di presentazione del progetto, il direttore generale dell’ASST Mara Azzi: “La nostra azienda, i nostri ospedali sono aperti alla comunità locale. Ritengo importante lo scambio tra gli operatori e i cittadini e abbiamo realizzato vari progetti per avvicinare la cittadinanza ai luoghi di cura. Questo è l’ennesimo esempio”.

A sottolineare l’importanza di una connessione sempre più stretta col territorio, il presidente del Mantova Filippo Piccoli: “Teniamo in particolar modo alla costruzione di un solido legame con la popolazione locale e quest’iniziativa, che prende il via ufficiale nel 2023, dimostra attenzione per i più piccoli, che rappresentano il futuro della città virgiliana. L’auspicio è di dare un segnale per crescere con principi sani quali la lealtà, il rispetto della persona e delle regole che caratterizzano lo sport”.

In chiusura, l’intervento del direttore del Dipartimento Materno-Infantile dell’Asst Valeria Fasolato: “Accogliamo con entusiasmo questa donazione, come tutte le iniziative che ci fanno sentire l’abbraccio di Mantova. Le famiglie dei nostri bimbi saranno liete di portare i colori della squadra mantovana”.

I body saranno destinati ai due punti di nascita di Asst: la Ginecologia e Ostetricia dell’ospedale di Mantova e quella di Borgo Mantovano. Complessivamente, in un mese sono circa 180 i bimbi nati nei due presidi, 1.950 nel corso dell’anno.