Canoa

Il bronzo di Belgrado è solo il punto di partenza, Sara Vesentini è il futuro della canoa azzurra

La mantovana della Canottieri Mincio nel K4 con Elena Ricchiero, Sara Daldoss e Lucrezia Zironi ha conquistato uno storico bronzo nell’under 23 all’Europeo di velocità
Sara Vesentini (la prima a destra) nel K4 azzurro che ha conquistato il bronzo a Belgrado
Sara Vesentini (la prima a destra) nel K4 azzurro che ha conquistato il bronzo a Belgrado
Sara Vesentini (Canottieri Mincio): "La medaglia un'emozione incredibile"

Il traguardo è storico, eppure nella mente di Sara Vesentini è solo un punto di partenza. La giovane canoista mantovana della Canottieri Mincio è appena rientrata dai Campionati Europei di Belgrado, dove con il K4 azzurro ha conquistato la medaglia di bronzo. Con Sara Vesentini, anche Elena Ricchiero (Canottieri Mincio), Sara Daldoss e Lucrezia Zironi (Fiamme Azzurre). Il quartetto ha conquistato uno storico bronzo nell’under 23 all’Europeo di velocità, dietro a Polonia e Ungheria, fissando il nuovo record nazionale di categoria. Per Sara Vesentini, mantovana classe 2002, è un'esperienza che segna la carriera e ispira il domani.

Il racconto sui social.

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da @saravesentini

Matteo Bursi