Basket serie A2

Stings: la crisi continua. Contro l’Urania quarto ko di fila

In casa Staff pesano le assenze di Stojanovic, Thompson e Ferrara. Non basta un monumentale Iannuzzi da 26 punti e 15 rimbalzi. Finisce 104-73 per i milanesi
Urania-Stings, gli highlights

Rotazioni quasi inesistenti e condizione non ottimale. Si può riassumere con questi due elementi la nottata nera che gli Stings hanno vissuto nel posticipo che ha chiuso l’ottava giornata del campionato di serie A2. Contro l’Urania Milano in trasferta è arrivato un pesantissimo -31: 104-73   il punteggio finale in favore dei padroni di casa che hanno approfittato della contemporanea assenza di Stojanovic, Thompson, Ferrara e delle non perfette condizioni di altri membri del roster virgiliano per strappare una preziosa doppia vu. La gara c’è stata sostanzialmente solo nei primi dieci minuti di gioco quando Iannuzzi e Saladini, che ancora una volta ha dimostrato un ottimo atteggiamento e una bella faccia tosta, tengono da soli la squadra in linea di galleggiamento segnando 20 dei 22 punti totali della Staff. Nel secondo periodo è un mini parziale firmato dalla coppia Piunti-Thomas a lanciare l’Urania che da quel momento non si volta più indietro. Laganà prova a metterci una pezza ma Milano arriva all’intervallo lungo a +9 sul 51-42. Al rientro sul parquet Nikolic e Montano griffano il massimo vantaggio a +16. Di Carlo però non ha armi in panchina per provare a cambiare la gara: Mastellari e Cortese sparano a salve e il solo Iannuzzi (monumentale la sua prova da 26 punti e 15 rimbalzi) non può bastare. Il divario si allarga e tocca il +22 Urania. Le cose vanno di male in peggio con l’infortunio alla schiena di Saladini, che torna stoicamente in campo nei minuti finali. I buoi sono però già ampiamente scappati dalla stalla. Milano è a +30 e Di Carlo manda in campo Basso, Lo e addirittura il 2005 Coghi del San Pio. Finisce 104-73.

Per la Staff, dopo le quattro vittorie per iniziare il campionato, si tratta del quarto ko in fila. Nel prossimo turno arriva alla Grana Arena la corazzata Torino. E con un organico così ridotto sarà quasi impossibile riuscire ad invertire la rotta.

 

Il tabellino

Urania Milano - Staff Mantova 104-73 (21-22, 30-20, 30-19, 23-12)

Urania Milano: Aaron Thomas 28 (6/8, 3/7), Matteo Montano 23 (4/5, 5/7), Mitja Nikolic 14 (7/8, 0/3), Giorgio Piunti 10 (5/7, 0/2), Stefano Bossi 6 (0/1, 2/3), Paolo Paci 6 (3/8, 0/0), Alessandro Cipolla 6 (0/1, 2/3), Lionel Abega 6 (0/2, 2/3), Daniele Pesenato 3 (1/1, 0/0), Matteo Cavallero 2 (1/2, 0/0)
Tiri liberi: 8/12 - Rimbalzi: 28 11 + 17 (Giorgio Piunti 6) - Assist: 32 (Matteo Montano, Mitja Nikolic 8)

Staff Mantova: Antonio Iannuzzi 26 (13/20, 0/0), Marco Laganà 18 (6/13, 0/4), Manuel Saladini 11 (1/1, 3/5), Riccardo Cortese 8 (1/5, 2/6), Beniamino Basso 6 (2/4, 0/0), Martino Mastellari 3 (0/0, 1/6), Armando Verazzo 1 (0/0, 0/1)
Tiri liberi: 9/14 - Rimbalzi: 35 17 + 18 (Antonio Iannuzzi 15) - Assist: 14 (Manuel Saladini 5)