Dopo quella di Reithera

Avvio anche a Verona alla sperimentazione del secondo vaccino italiano: E-Vax

Una vaccinazione
Una vaccinazione
Una vaccinazione
Una vaccinazione

Anche al Centro ricerche cliniche dell’Università di Verona sarà avviata la sperimentazione sul vaccino anti-Covid E-Vax, prodotto dall’azienda romana Takis e dalla Rottapharm di Monza.

 

Lo ha confermato all’ANSA Stefano Milleri, direttore del Centro ricerche cliniche veronese dove si è conclusa la seconda fase di sperimentazione sul primo vaccino italiano prodotto da Reithera.

 

«Ci hanno chiesto di far parte di questa sperimentazione - ha detto Milleri -, in Italia sono già state somministrare le prime dosi ai volontari al San Gerardo di Milano e all’Irccs Pascale di Napoli». «Noi siamo pronti a cominciare tra due settimane - ha spiegato - siamo in attesa del via libera dal comitato scientifico dell’Istituto Spallanzani».

 

Il direttore del Centro ricerche cliniche Verona ha poi precisato che il panel di volontari «sarà formato da giovani e adulti». «Il numero di volontari sarà comunque ridotto rispetto alla sperimentazione sul vaccino Reithera e questa fase 1 durerà un paio di mesi» ha concluso Milleri.