A Sustinente la battaglia del fiume Po

Rievocato il ricordo della grande piena del Po del 1951.
Luca Bertolasi, presidente prot. civile intercom. Padus e Michele Bertolini, sindaco di Sustinente

Rivive con le immagini dell’istituto luce e nelle fotografie in bianco e nero, ma resiste negli occhi degli ultimi testimoni la piena del Po che nel 51 ricoprì il mantovano, il polesine sino a lambire la provincia di Venezia. Cento le vittime. Cento ottantamila persone rimasero senza casa. A settanta anni di distanza, oggi, a Sustinente è il giorno del ricordo. La protezione civile, per la quale all’epoca sarebbe stato necessario attendere ancora oltre trenta anni, rievoca i disperati tentativi di contenimento di allora. La hanno chiamata la battaglia del fiume, qui, per ricordare gli sforzi immani che gli abitanti fecero per difendersi dal Grande Fiume. Le dimostrazioni dei volontari hanno aperto la giornata. Nel pomeriggio un viaggio tra le testimonianze a Ca Guerriera. E in serata una piece teatrale a cura della compagnia Filfer di Sustinente.