Cronaca

Leoni dietro lo schermo, denunciati in Procura

La questura segnala tre persone, e per altre due sono in corso le operazioni di identificazione. Avevano indirizzato insulti online agli agenti dopo la sospensione della licenza del bar che vendeva superalcolici ai minorenni del capoluogo

La notizia non riguarda più il bar di via Roma, nel capoluogo chiuso per alcuni giorni dopo che la polizia aveva scoperto un giro di vendita abituale di superalcolici a consumatori giovanissimi. Ora la notizia riguarda le reazioni che online non sono tardate ad arrivare. E’ infatti delle scorse ore la denuncia di tre persone per vilipendio delle istituzioni. Sono un carrozziere 29enne di Mantova, una 22 ausiliaria in una scuola per l’infanzia e residente a Volta mantovana, un operaio 42enne ravennate. Altri due profili sono in corso di identificazione. Tutti hanno espresso il loro disappunto all’accaduto con toni che sono velocemente scaduti nell’offesa e all’insulto delle forze di polizia. Solo una volta convocati in questura avrebbero capito le conseguenze del loro comportamento, per il quale la speranza di restare impuniti è solo apparente. I due mantovani sono già stati denunciati dagli uffici di piazza Sordello. La divisione anticrimine sta valutando gli estremi per procedere anche con misure di prevenzione personali.