Monitoraggio

Lombardia in zona gialla fino (almeno) al 23 gennaio

L'occupazione delle terapie intensive resta sotto la seconda soglia d'allerta
Ambulanze e volontari in servizio
Ambulanze e volontari in servizio
Attilio Fontana, presidente Regione Lombardia

“La Lombardia resterà in zona gialla anche per la prossima settimana”, dal 17 al 23 gennaio 2022. Lo ha annunciato il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana. Ogni venerdì la cabina di regia di Ministero e Iss per monitorare i dati settimanali dell'andamento epidemiologico del Covid-19. La Lombardia dunque resta in zona gialla. Rimane solo un parametro su tre, quello dell'occupazione delle terapie intensive, sotto la soglia di allarme, che farebbe scattare il passaggio in zona arancione. A livello nazionale, la Lombardia – dopo più di un mese – non è più tra le regioni con l'incidenza più alta di contagi sulla popolazione. Sulla possibilità di non inserire i positivi asintomatici nel computo dei ricoverati il presidente Fontana ha precisato: “La richiesta è stata avanzata per una questione di correttezza e trasparenza”.