cronaca

Preso in Spagna il secondo killer della Favorita

Era stato individuato dai carabinieri dell'investigativo: la Guardia Civil lo ha fermato a Gibilterra
Il luogo dell'omicidio
Il luogo dell'omicidio
Il luogo dell'omicidio in località Boma
Il luogo dell'omicidio in località Boma

Era scappato in Spagna e la polizia nazionale lo ha fermato a Gibilterra, ad un passo dal continente africano. E’ stato arrestato anche il secondo dei due autori l’aggressione che lo scorso luglio, nel parcheggio della Favorita, era costata la vita ad un 23enne albanese. Si tratta di un 31enne, di origine marocchina. Come il suo sodale, connazionale, è accusato di omicidio volontario e tentato omicidio di un secondo ragazzo in quei momenti presente. 
I carabinieri del nucleo investigativo avevano da subito identificato i due aggressori: dopo l’arresto avvenuto ad alcuni giorni di distanza del primo dei due indagati, è servito un mandato di cattura internazionale su richiesta di Procura e avvallo del gip di Mantova. Le tracce del fuggitivo hanno portato i militari del colonnello Antonino Minutoli sino in Spagna. Qui la Guardia Civil è intervenuta fermando il sospettato ad Algeciras, località poco distante lo stretto di Gibilterra. E’ in stato di arresto: ora verrà l’estradizione.