cronaca

Raffica di furti alla Malpensata

Nel quartiere di Porto Mantovano colpite in quindici giorni tredici aziende. I titolari si rivolgono al sindaco
La Puliart di via Londra, tra gli obiettivi della scorsa notte
La Puliart di via Londra, tra gli obiettivi della scorsa notte
La Puliart di via Londra, tra gli obiettivi della scorsa notte
La Puliart di via Londra, tra gli obiettivi della scorsa notte

Tre capannoni violati due settimane fa, e altri tre nella notte appena trascorsa cui si aggiungono sei uffici passati al setaccio dai ladri e uno che invece ha resistito. Questo almeno secondo le denunce che sono state per oggi raccolte da polizia di stato e che provengono tutte dal quartiere Malpensata di Porto Mantovano. Altre infatti potrebbero andare a sommarsi. Gli ultimi casi segnalati dunque riguardano tre aziende, e tra queste la Puliart di via Londra, dove ad esempio dopo aver forzato una porta i ladri hanno potuto rubare pc e una macchina lavavetri. Valore del bottino duecento euro. Con la riapertura segnalati anche sei uffici violati, apparentemente nelle stesse ore, questa volta in via Parigi nell’omonimo centro direzionale. Un settimo ha resistito all’effrazione. Dal civico i ladri sono usciti con pc, macchine da caffè espresso, e due cassette di sicurezza per un totale di circa 2mila euro di refurtiva. Imprenditori e titolari sono disperati: la loro richiesta di aiuto nei giorni scorsi è già arrivata sul tavolo del sindaco Salvarani di Porto Mantovano.