Cronaca

Sperperava i risparmi al videopoker, finisce a botte la lite fra due anziani coniugi

Protagonisti della triste vicenda marito e moglie di 76 e 72 anni. Sono sempre di più le persone della terza età schiave del gioco d'azzardo
Paolo Sartori, Questore di Mantova

Una violenta lite scoppiata per strada, proseguita mettendosi le mani addosso, che è stata sedata a fatica e solo grazie all'intervento di una Volante della Questura. E' quanto successo nel tardo pomeriggio di ieri e che alle spalle nasconde una vicenda triste e una piaga sempre più dilagante. Protagonisti due anziani coniugi di 76 e 72 anni. La donna ha raccontato agli agenti di aver pedinato il marito fino al bar in cui era solito recarsi, scoprendo che l'uomo sperperava i pochi risparmi di famiglia alle macchinette videopoker. La moglie, colto in flagranza il marito, ha provato a farlo ragionare, ma di tutta risposta l'uomo ha iniziato ad inveirle contro, strattonandola e poi aggredendola fisicamente. Davanti agli uomini di piazza Sordello il 76enne ha ammesso la propria ossessione per il gioco d'azzardo, spiegando che solo durante il lockdown era riuscito, per cause di forza maggiore, a contenere il proprio vizio, poi ripreso non appena bar e sale giochi hanno riaperto. Nessuna denuncia è stata sporta ma la Questura ha tuttavia ritenuto opportuno informare della vicenda i servizi sociali comunali, per cercare di dare il necessario aiuto all’anziana coppia, in considerazione della complessa ed oramai non più sostenibile situazione familiare.