cronaca

Stop per quindici giorni alla sala slot di viale dei Partigiani

Solo ieri l’ultimo intervento della polizia. La decisione presa dal questore Sartori

E’ arrivato l’ordine di serrande abbassate per quindici giorni alla sala slot e vlt, bar e tabaccheria “Happy” di viale dei Partigiani. La decisione è stata presa nelle scorse ore e questa mattina gli agenti hanno apposto l’avviso pubblico. A spingere il questore Paolo Sartori a procedere in qualità di responsabile di pubblica sicurezza è stato non da ultimo l’arresto di ieri di un latitante 64enne proprio tra i tavoli del locale. Allo stesso modo, fa sapere la questura, erano stati trovati negli scorsi giorni intenti a giocare altri pregiudicati e tra questi uno risultato evaso dai domiciliari. 
Il locale in questione, dai mesi scorsi e fin nel recente passato, era stato più volte al centro di lamentele ed esposti da parte di cittadini abitanti nella zona, esasperati dalla situazione di degrado e di disturbo della quiete pubblica. In più occasioni le pattuglie di polizia, dei carabinieri e di polizia locale erano dovute intervenire.
Già nel 2019 il locale era stato chiuso per sette giorni per i medesimi motivi, e lo scorso novembre la chiusura imposta era stata di altri quindici giorni questa volta per violazione delle norme anticovid. 
La situazione che si è venuta a creare presso questo esercizio pubblico è stata segnalata da più parti come ormai insostenibile – dice il questore Sartori – il nostro intervento, quindi, ha voluto porre argine ad una problematica purtroppo oramai consolidata, e peraltro già sanzionata in passato,  sotto il profilo dell’ordine e della sicurezza pubblica, connotata da reiterate violazioni delle norme di legge e dalla presenza di soggetti con precedenti di vario genere e gravità, ed in due casi, come si è visto, evasi e latitanti. Ho ritenuto la sospensione della licenza e la chiusura del Locale un provvedimento idoneo a far cessare, si spera definitivamente, questo genere di illegalità”.