Cronaca

Accoltellamento ai giardini "Viola": 19enne finisce in manette

Avrebbe sferrato tre fendenti alla schiena di un connazionale che, nel frattempo, cercava di calmare una colluttazione.
I giardini "Viola" sul Lungorio a Mantova
I giardini "Viola" sul Lungorio a Mantova
I giardini "Viola" sul Lungorio a Mantova
I giardini "Viola" sul Lungorio a Mantova

Per l'accoltellamento ai giardini "Viola" i carabinieri hanno arrestato un 19enne. Sono stati i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Mantova, nella mattinata del 17 settembre, a dare esecuzione a una ordinanza di applicazione della misura cautelare della custodia in carcere, emessa dal Giudice per le indagini preliminari presso il Tribunale di Mantova, su richiesta del locale Ufficio di Procura, nei confronti di un 19enne di origini tunisine senza fissa dimora, ritenuto gravemente indiziato, in ipotesi accusatoria, del delitto di lesioni personali pluriaggravate contro un connazionale 25enne.


Dopo il grave fatto di sangue del 29 agosto scorso ai giardini "Viola" sul Lungorio, i militari hanno messo in campo indagini serrate con lo stretto coordinamento della Procura della Repubblica. Dalla minuziosa ricostruzione è emerso come nel corso di una lite tra due soggetti extracomunitari, l’arrestato, non coinvolto nella lite, avrebbe sferrato tre fendenti alla schiena di un connazionale che, nel frattempo, cercava di calmare la colluttazione.


Dopo il ferimento, il 19enne era fuggito facendo perdere le proprie tracce e rendendosi irreperibile alle successive ricerche condotte dai carabinieri. Gli indizi raccolti dai militari hanno consentito una chiara ricostruzione dei fatti e la Procura ha chiesto e ottenuti dal Gip l'emissione della misura cautelare in carcere.


Intensa è stata l'attività info-investigativa che ha consentito di rintracciare il giovane, appena rientrato a Mantova dopo aver trovato riparo altrove. L’indagato, una volta tratto in arresto dai carabinieri, dopo le formalità di rito, è stato condotto nel carcere di via Poma in attesa dell’interrogatorio di garanzia che si terrà innanzi al GIP entro cinque giorni.

Segui la diretta di Telemantova