L'assemblea

Avis, nel 2021 calano i soci ma aumentano le donazioni: +622

A Borgo Virgilio l'assemblea per tracciare un bilancio dello scorso anno e guardare al futuro. Da marzo via alle iniziative per il 70° della fondazione
Alessia Merico, presidente Avis Mantova

3.652 donazioni fra sangue intero, plasma e piastrine, in aumento di 622 unità rispetto al 2020, a fronte di un numero leggermente calante di soci 1.639 contro i 1.658 dell’anno precedente. Sono i numeri principali snocciolati durante l’assemblea ordinaria dell’Avis di Mantova che si è tenuta all’Avispark di Borgo Virgilio. Il 2021 che va in archivio è stato definito come “un anno di parziale rinascita e di apparente ritorno alla normalità”.L’attività promozionale e informativa di Avis proseguirà anche e soprattutto nei prossimi mesi, dal momento che il 2022 coincide con il 70° anniversario della fondazione. L’assemblea è stata anche l’occasione per assegnare le benemerenze ai donatori che hanno raggiunto particolari traguardi. Il riconoscimento più alto (la Goccia Diamante) è andata a cinque mantovani che hanno raggiunto le 120 donazioni nel corso di una lunga attività di dono, che può arrivare anche a 40 anni. Si tratta di Lucillo Accordi, Paolo Ligabue, Claudio Modè, Gregorio Rossin e Piero Schiatti. Con più di 100 donazioni effettuate, hanno ricevuto la Goccia Smeraldo: Paolo Bacchi, Emilio Benfatti, Anselma Bonfatti, Dino Bosio, Gianluigi Castagna, Alessandro Grisoni, Glauco Lusetti, Fabio Simonazzi, Stefano Vernizzi e Daniele Vezzani. A questi si aggiungono, 48 mantovani che hanno raggiunto il traguardo di 75 donazioni e la Goccia Rubino.