Economia

Corneliani, i sindacati vogliono il Mise

Filctem Cgil e Femca Cisl scrivono al ministro dello Sviluppo Economico Giancarlo Giorgietti per un nuovo tavolo dedicato al futuro Corneliani

Una missiva è partita nelle serata di ieri ed è diretta al Mise. A scriverla le segreterie nazionali di Filctem Cgil e Femca Cisl. All’oggetto il futuro tra le macchine della Corneliani. Una nota, inviata al termine di una riunione interna alla azienda nel primo pomeriggio di ieri, riassume i punti cardine. 
Ad oggi i rappresentanti chiedono rassicurazioni circa gli andamenti economici delle società, volumi produttivi e livelli occupazionali sino a questa parte del 2021. Tema tutt’altro che di fondo rimane l’accordo che ha sancito nel 2022 l’ingresso di capitale pubblico: le attese che trapelano dai sindacati sembrano essere quelle per un piano aziendale che risponda, allo scadere dei cinque anni, al redde rationem del Mise allora in procinto di uscire dalla società. Per questo proprio al Mise è stata chiesta la convocazione di un tavolo di aggiornamento ufficiale

Segui la diretta di Telemantova