cronaca

Chiesti dodici anni e dieci mesi per l'omicida di via Bonomi

La Procura di Mantova presenta le proprie integrazioni in sede di rito abbreviato. Il legale chiede la legittima difesa

Slitta a fine mese la sentenza sul caso dell'omicidio di via Bonomi: era l'12 ottobre del 2021 moriva in ospedale un 21enne ghanese - richiedente asilo alloggiato a Marcheno, in provincia di Brescia - colpito la sera prima con un coltello da un 23enne marocchino, senza fissa dimora. Quest'ultimo era stato arrestato mentre cercava di fuggire in treno.

Leggi anche
Muore un ventenne accoltellato nella nottata

Le richieste della pubblica accusa

La pubblica accusa, con il sostituto procuratore Giulio Tamburini, in sede di rito abbreviato oggi ha integrato quanto avvenuto nelle scorse udienze con la richiesta di dieci anni di carcere per omicidio preterintenzionale, un anno e quattro mesi per la detenzione ai fini di spaccio di droga, e un anno e sei mesi per altre tre diverse imputazioni. L'avvocato che assiste l'imputato, Francesco Ruggenini, ha chiesto per il 23enne la la legittima difesa.

Segui la diretta di Telemantova