cronaca

Tutela del made in Italy, blitz della Finanza in città

I militari trovano bigiotteria e borse provenienti dalla Cina in vendita senza le prescritte etichette

1246 accessori e articoli di bigiotteria oggi ritenuti non conformi alle normative di settore. Li ha sequestrati la Guardia di Finanza di Mantova durante controlli a tutela del made in Italy in città. 
In un negozio sono stati individuati 254 articoli di bigiotteria, principalmente collane, e 266 accessori – perlopiù borse messi in vendita senza le indicazioni di legge nazionali e comunitarie. Mancavano indicazioni della categoria, del produttore o dell’importatore. Quello che non mancava era un tricolore, in bella evidenza sulle confezioni, nonostante buona parte degli oggetti arrivasse dalla Cina. Nelle pertinenze del negozio sono state trovate altre 766 etichette pronte per essere apposte su altrettanti articoli. 


Al termine delle attività e in ragione delle violazioni riscontrate, quanto accertato è stato segnalato alla Procura della Repubblica per l’ipotesi di reato di vendita di prodotti con segni mendaci, e alla Camera di Commercio per le violazioni al Codice del Consumo. Queste ultime prevedono sanzioni comprese tra 50 e 26mila euro. 
Gli oggetti sequestrati, hanno valore complessivo di oltre 6.000 euro.

Segui la diretta di Telemantova