Cronaca

Alto Mantovano: continua il controllo straordinario del territorio

Sono state identificate 83 persone e controllati 34 mezzi, elevata 1 contravvenzioni al Codice della Strada, ritirata una patente di guida e sottratti 10 punti
Carabinieri di Castiglione delle Stiviere
Carabinieri di Castiglione delle Stiviere
Carabinieri di Castiglione delle Stiviere
Carabinieri di Castiglione delle Stiviere

Continuano senza sosta i controlli posti in atto dai Carabinieri della Compagnia di Castiglione delle Stiviere tesi a contrastare e reprimere l’attività criminale in genere su tutto il territorio dell’Alto Mantovano.

Durante la giornata di ieri 13 ottobre è stato disposto, dal Tenente Colonnello SACCHETTO Manuel, Comandante della Compagnia Carabinieri di Castiglione delle Stiviere, un servizio straordinario di controllo del territorio, eseguito con la collaborazione del personale della Polizia Locale di Castiglione delle Stiviere, con lo scopo di contrastare i reati predatori in genere, con particolare riferimento a rapine e furti in generale, nonché per il contrasto del traffico illecito di sostanze stupefacenti, svolto nel territorio del Comune di Castiglione delle Stiviere e altri Comuni dell’Alto Mantovano.

Durante il servizio, effettuato con l’impiego di 15 militari e 7 automezzi, nonché 4 agenti della Polizia Locale, sono state identificate 83 persone e controllati 34 mezzi, elevata 1 contravvenzioni al Codice della Strada, ritirata una patente di guida e sottratti 10 punti. Sono stati controllati altresì 12 esercizi pubblici e contestate 2 violazioni alle norme anti covid-19 per complessivi Euro 800,00 in sanzioni amministrative.

Durante lo svolgimento del servizio, sono state eseguite anche tre perquisizioni domiciliari con l’ausilio nel Nucleo Cinofili Carabinieri di Orio al Serio (BG).

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Castiglione delle Stiviere, a conclusione di tempestiva attività d’indagine, hanno denunciato in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria di Mantova C.M. 31enne, residente in un paese del basso bresciano, resosi responsabile del reato di rapina. Il 31enne, durante la serata del 07 ottobre, aveva perpetrato una rapina presso una gelateria di Asola dove, travisato con una sciarpa ed una felpa con il cappuccio e sotto la minaccia di un cacciavite, si era fatto consegnare la somma in contante di Euro 400,00 circa.

A Gazoldo degli Ippoliti invece, dopo la denuncia querela presentata presso la locale Stazione Carabinieri da un 77enne di Rodigo il quale, non trovando più la propria la tessera del “LIBRETTOSMART” delle Poste Italiane, recatosi presso l’Ufficio Postale aveva constatato, con amara sorpresa, che dal suo conto erano stati prelevati, in ben quindici distinte operazioni, un totale di Euro 8.500,00 tra il 09 agosto 2021 e l’11 ottobre u.s.. Scattano così le indagini dei Carabinieri di Gazoldo d/I che permettono, dopo una minuziosa indagine, di risalire all’autore dei prelievi. E qui la delusione del “nonno”, il responsabile era suo nipote S.K. 19enne il quale, impossessatosi della tessera, aveva effettuato tutti e quindici i prelievi. Il 19enne è stato denunciato in stato di libertà per furto ed indebito utilizzo di carte di pagamento.

I Carabinieri invitano i cittadini a contattare, sempre, le Forze dell’Ordine tramite il numero di emergenza unico 112 per fornire, anche in via riservata, ogni utile notizia che possa permettere di prevenire qualsiasi reato o di identificarne gli autori.

Suggerimenti