cronaca

Ancora nessuna spiegazione per la morte di Fioretta Bazzi

L'autopsia non avrebbe chiarito le cause del decesso della 88enne trovata mercoledì senza vita a Castel Goffredo nella casa a soqquadro

L’autopsia sul corpo di Fioretta Bazzi non avrebbe restituito una risposta definitiva sulle cause della morte. L’anziana era stata trovata mercoledì senza vita nella sua casa di Castel Goffredo.

I risultati dell'autopsia

Le risposte attese dall’esame autoptico, quantomeno dai primi risultati, non sarebbero dunque arrivate. L’autopsia celebrata al Carlo Poma non avrebbero chiarito in maniera definitiva, o almeno non lo avrebbe fatto con gli immediati riscontri, le cause precise del decesso di Fioretta Bazzi, la anziana rinvenuta mercoledì mattina senza vita all’interno della sua abitazione messa a soqquadro, a Castel Goffredo. Ex sindacalista Cgil, vedova, senza figli e vita sola era stata trovata da un parente che, inutilmente, la cercava telefonicamente da qualche giorno.

Servirà probabilmente attendere la relazione ultima riguardo gli esami svolti oggi. 

Investigatori e inquirenti della Procura di Mantova mantengono in merito le indagini il più stretto riserbo. 

Le indagini

Ora le indiscrezioni. Le ipotesi resterebbero tutte aperte, anche se con il passare delle ore pur ancora presente perderebbe sempre più corpo quella di un omicidio in favore del malore fatale. Sarebbero tuttavia ancora molti i tasselli da far tornare nel quadro più ampio della vicenda. Come il dettaglio, non trascurabile, di una stanza al piano superiore trovata a soqquadro. Motivo per il quale da subito nel ventaglio era apparsa anche la possibilità di un furto o di una rapina finita male.

Se anche la morte della anziana non dovesse essere fatta risalire ad un evento violento o comunque deliberato, come una aggressione o una colluttazione, il decesso potrebbe invece così essere collegato come detto ad un malore. Un infarto, forse, che potrebbe essere insorto per cause naturali o per una forte emozione.

Gli indagati

Non risultano al momento persone indagate, a vario titolo, né tantomeno persone fermate per gravi indizi di colpevolezza. Il fascicolo aperto in Procura non sarebbe mai stato intitolato per omicidio. Solo probabilmente con l’esito ultimo della perizia del medico anatomo-patologo, e con il proseguire delle indagini, verranno risposte a tanti interrogativi ancora aperti per il caso della morte di Fioretta Bazzi.