cronaca

In manette la coppia milionaria dei bancomat: aveva colpito a Castiglione

Sono accusati di ventuno diversi assalti in tutto il nord Italia. I carabinieri li hanno arrestati a Padova e Treviso: avevano raccolto un bottino da un milione di euro
L'operazione dei carabinieri che ha portato all'arresto dei due
L'operazione dei carabinieri che ha portato all'arresto dei due
L'operazione dei carabinieri che ha portato all'arresto dei due
L'operazione dei carabinieri che ha portato all'arresto dei due

In manette la coppia dei bancomat. Avevano colpito in tutta il nord Italia. Sono stati arrestati ad Udine. Sono accusati anche di un colpo a Castiglione. Avrebbero accumulato più di un milione di euro

L'elenco dei colpi

Numerosi assalti in tutto il nord Italia, da Bergamo a Pordenone, da Reggio Emila a Udine, da Verona e Brescia passando per Mantova. In provincia, in particolare, a Castiglione delle Stiviere. Era l’ottobre del 2020 e a finire nel mirino era stata la Bcc del Garda. Ora per ventuno diversi colpi – che avrebbero fruttato loro un milione di euro in tre anni, dal 2019 al 2021 – due persone sono finite in manette. Ad arrestarli i carabinieri del nucleo investigativo del comando provinciale di Udine con una doppia operazione scattata all’alba nelle province di Padova e Treviso.

Le indagini

Fondamentale l’attività coordinata con i militari locali: nello specifico, per Castiglione, gli uomini del nucleo investigativo di via Chiassi.  Tra i reati contestati ai due – ora in custodia cautelare in carcere - figurano la fabbricazione e il porto illegale di esplosivi in pubblico, la ricettazione, la rapina aggravata, e il furto di 3 autovetture che sarebbero poi state utilizzate dagli arrestati per compiere gli assalti ai bancomat. Nel corso delle indagini sono stati recuperati oltre 60.000 euro in contanti.

Segui la diretta di Telemantova