Infrastrutture

Il sì di Palazzo Chigi. Avanza la candidatura del Porto di Valdaro a Zona logistica semplificata

La presidenza del Consiglio dei Ministri ha accolto la candidatura

Avanza la proposta di candidatura del porto di Valdaro come Zona logistica semplificata. Giungono buone notizie dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri che, con lettera inviata alla Regione Lombardia nei giorni scorsi, ha accolto la candidatura presentata a Roma, tramite il Presidente di Regione Lombardia, dalle Province di Mantova e Cremona e dai rispettivi enti camerali, per la costituzione di una Zona Logistica Semplificata (ZLS) per le aree portuali di Mantova e Cremona. E' quanto fa sapere, attraverso una nota, Palazzo di Bagno. Il progetto era nato dopo che Regione Lombardia, con delibera dell’agosto 2021, aveva dichiarato di volersi attivare per l’istituzione di una ZLS in Lombardia per le aree portuali fluviali mantovana e cremonese (le uniche esistenti in regione e in possesso delle caratteristiche richieste dalle norme comunitarie e nazionali); chiedendo, contestualmente, che fosse costituito un tavolo di concertazione tra le realtà istituzionali, sociali e imprenditoriali per definire un Piano di Sviluppo Strategico che accompagnasse la richiesta di riconoscimento della ZLS. Da settembre 2021 ad aprile 2022 le istituzioni Province e Camere di Commercio avevano concretizzato lo studio, consegnandolo alla Regione nel mese di maggio 2022. 
Dopo l’approvazione da parte della Giunta regionale il documento era stato formalmente inviato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri che, di concerto con il Ministro per il Mezzogiorno e la coesione territoriale, ha esaminato la proposta lombarda.

La comunicazione ministeriale ha accolto la proposta progettuale, ritenendola tecnicamente corretta sotto il profilo della compatibilità con le norme che disciplinano le ZLS, giudicandola completa e chiara per quanto concerne gli aspetti espositivi e i contenuti. Tuttavia ha indicato alcuni punti che richiedono un supplemento informativo utile a spiegare nel dettaglio particolari importanti del progetto, quali: la perimetrazione precisa della ZLS, un approfondimento sulla dotazione infrastrutturale dei porti fluviali e dei legami funzionali tra le aree inserite, una migliore definizione della Governance della ZLS.
Aspetti che saranno oggetto di un prossimo esame da parte delle istituzioni proponenti, che sottolineano in ogni caso con soddisfazione l’esito della candidatura e sono pronte a intraprendere il percorso tecnico necessario per perfezionare la proposta secondo le attese delle Autorità di Governo.

Soddisfazione del presidente della Provincia di Mantova Carlo Bottani.

“Ottimo lavoro di squadra con la Camera di Commercio di Mantova, che porterà un vantaggio concreto ai nostri territori in termini di agevolazioni ed incentivi alle aziende insediate e che si insedieranno”

Segui la diretta di Telemantova