I finanziamenti

Dopo il successo di "Lento", Pantacon premiato da Cariverona per il progetto "Lentissimo"

Il progetto "Lentissimo" curato dal consorzio Pantacon è stato selezionato tra i 15 progetti finanziati da Fondazione Cariverona.

Il progetto "Lentissimo" curato dal consorzio Pantacon è stato selezionato tra i 15 progetti finanziati da Fondazione Cariverona. Sul territorio mantovano arrivano 90.000 euro per il progetto “Lentissimo - un racconto diffuso tra Acquanegra sul Chiese e Canneto sull'Oglio”. 

Dopo il recente successo di "Lento, liscio come l'Oglio", il progetto intende costruire un racconto partecipato, corale, “dal basso” della storia, delle persone, dei luoghi, delle tradizioni, del presente e del futuro di Acquanegra sul Chiese e di Canneto sull’Oglio,

Sostegno a quindici progetti

Fondazione Cariverona ha deliberato il sostegno a 15 delle progettazioni pervenute in risposta alla prima edizione del Bando Nuovo Sviluppo, tenendo nella dovuta considerazione la qualità progettuale ed utilizzando le risorse disponibili pari a 1,3 milioni di euro. 

Il risultato in termini di partecipazione ha registrato un richiesto complessivo di circa 3 milioni di euro con la presentazione di 36 proposte progettuali. 

I progetti selezionati verranno sostenuti in tutte le 5 aree di operatività della Fondazione: 4 sul territorio della provincia di Verona, 3 su quello di Vicenza, 5 sul territorio Bellunese, 2 progettualità nella provincia di Ancona e 1 in quella di Mantova.

A Mantova "Lentissimo"

Contributo di € 90.000 per la realizzazione del progetto “Lentissimo - un racconto diffuso tra Acquanegra sul Chiese e Canneto sull'Oglio”. Il progetto intende costruire un racconto partecipato, corale, “dal basso” della storia, delle persone, dei luoghi, delle tradizioni, del presente e del futuro di Acquanegra sul Chiese e di Canneto sull’Oglio, immaginando con questo racconto di coinvolgere i cittadini che non conoscono questo territorio.

Il progetto prevede di utilizzare alcuni linguaggi per la costruzione di questo grande racconto: la scrittura, la fotografia, il video e su questi linguaggi si realizzeranno diverse azioni di formazione per “alfabetizzare” alcuni cittadini al loro utilizzo.

Una volta che questi saranno “formati”, si procederà alla costruzione di occasioni in cui sviluppare questo racconto a più voci: una visita ad un luogo, l’incontro con un testimone di una tradizione, la riscoperta di un evento del passato.

Matteo Bursi
Segui la diretta di Telemantova