Cronaca

Sequestro di Valeggio, arrestata la banda

In carcere quattro bresciani e una donna albanese. Sono stati fermati mentre appiccavano un incendio

Si trovano in carcere e saranno interrogati domani i cinque componenti della banda che lo scorso 26 agosto aveva sequestrato, dopo una sparatoria, un 46enne di Castelnuovo del Garda in località Fontanello a Valeggio sul Mincio. L’uomo era stato bloccato in strada con un vero e proprio blitz dal commando che indossava passamontagna e aveva le palette delle forze dell’ordine con tanto di lampeggianti. Una volta caricato in auto, la BMW si diresse a gran velocità verso il mantovano e in una stradina di Solarolo di Goito l’ostaggio fu rilasciato, con polsi fascettati, gambe ferite da colpi d’arma da fuoco e picchiato brutalmente. A segnalare la presenza dei rapitori fu un passante, che rimase insospettito nel vedere questa auto sfrecciare a gran velocità lungo stradine di campagna. I carabinieri giunsero sul posto in poco tempo, in quanto la zona, al confine tra il veronese e il mantovano, era piena di posti di blocco dopo il sequestro avvenuto al mattino a Valeggio. Sull’arresto della banda ancora oggi non sono stati divulgati troppi particolari. Secondo le prime indiscrezioni i cinque componenti sono quattro uomini, residenti in vari paesi della provincia di Brescia e una donna albanese. Sono stati fermati mentre stavano mettendo in atto un secondo tentativo di intimidazione verso il 46enne: stavano infatti appiccando un incendio nei pressi della sua abitazione. Domani gli interrogatori.

Suggerimenti