cronaca

Sette giorni di chiusura per il Bagno Zerouno

A San Benedetto Po intervengono i carabinieri. Reati contro le persone e il patrimonio, e tra i clienti venditori e assuntori di stupefacenti

I Carabinieri di San Benedetto Po ieri hanno notificato l’ordinanza di sospensione della licenza di un locale pubblico adibito a bar/ristorante sito a ridosso del fiume Po Roverbella per una durata complessiva di sette giorni.

La proposta nasce da numerosi episodi delittuosi contro la persona ed il patrimonio sui sono intervenuti i carabinieri stessi nel corso delle ultime due stagioni estive.

Inoltre è stata accertata l’abituale frequenza di persone dedite allo smercio e all’assunzione di sostanze stupefacenti.

I reiterati servizi di controllo e la successione degli eventi hanno quindi consentito di poter ritenere il locale come causa di pregiudizio per il mantenimento dell’ordine e della sicurezza pubblica.

Il provvedimento di sospensione della licenza, emesso dal Questore, non ha la finalità di sanzionare la soggettiva condotta del gestore – chiariscono i militari – ma di impedire, attraverso la temporanea chiusura del locale, il protrarsi di una situazione di pericolosità sociale e, nel contempo, di prevenire il ripetersi di questo genere di situazioni.

Segui la diretta di Telemantova